Der Kapuzinerkruft aka “I Morticini”

 

La cripta dei cappuccini con le mummie! A Palermo! “Si si, i morticini”.

– Accidenti questa cosa è un tantino lugubre, raccapricciante, stomachevole. Che ci posso fare se la curiosità prevale, se la conoscenza sorpassa la decenza? –

Solo pensarlo, è bastato solo pensarlo. Alla fine non sono poi così stranianti, in fondo sembra di essere da Madame Tussaud’s, solo che il corollario è più gotico. Se dobbiamo proprio avere timore, provare insicurezza, sentirsi accapponare la pelle, perchè non vivere in un magazzino di manichini, con luci tenui e giochi di rifrazione da far rabbrividire. Te lo ricordi Hoffman, nevvero? Il mago sabbiolino, il perturbante, quella sensazione, quella vertigine che ci viene da un qualcosa che sembra sicuro, familiare, innocuo.

Io me lo ricordo. Mi ricordo anche dei manichini. Mi capitava spesso di pensarci. Si tornava sempre dalla via Po, rientrando dal centro. Era buio a Torino, la casa non molto lontana. Girare a sinistra in via Montebello era solo l’inizio. La Mole alta davanti a me, i numeri della cabala, color rosso sangue, a decorarla. Torino città di mistero, a notte fonda, con la mezzaluna in cielo e la Mole ormai sorpassata per via Gaudenzio Ferrari. Un negozio, due vetrine, con una luce soffusa proveniente dall’interno. Un negozio di manichini. Temibile di giorno, agghiacciante di notte. Piume di struzzo al collo, espressioni ieratiche, fissità non convicente. Pochi metri (solo due vetrine, dannazione!) ma gli occhi dei manichini li sentivi già addosso, sembravano muoversi, uscire dalle vetrine. Pochi metri ed era finito. Entrare nella zona di Corso San Maurizio, imboccare qualche viuzza scura e pericolosa non era mai apparso così salvifico.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Prosa, Torino. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Der Kapuzinerkruft aka “I Morticini”

  1. chiara ha detto:

    oh…mummie…splendido..ci dedichero solo la vita attaccata….e poi si, faranno anche un po schifo ma sono affascinanti..e non lo dico perche voglio essere la cora ggiosa della situazione, no..ma perche dentro di loro c’e la storia…cia’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...